Il fascino antico del pane

scritto da Dott.ssa Pispisa

20 Gen 2014

Il pane


S’io facessi il fornaio
vorrei cuocere un pane
così grande da sfamare
tutta, tutta la gente
che non ha da mangiare.
Un pane più grande del sole,
dorato, profumato
come le viole.
Un pane così
verrebbero a mangiarlo…
…i poveri, i bambini,
i vecchietti e gli uccellini.
Sarà una data
da studiare a memoria:
un giorno senza fame!
Il più bel giorno di tutta la storia. (G. Rodari)


Pochissimi alimenti hanno origini così antiche come il pane!

Gli uomini primitivi macinavano i semi di cereali fra due pietre e, mescolandoli con acqua, ne ricavavano una pappa molto nutriente.

Con l’ideazione e la costruzione dei forni in pietra, questa pappa venne modellata in pagnotte e cucinata a fuoco forte.

In seguito il pane fu cotto in vasi di creta, precedentemente riscaldati e chiusi da grosse pietre.

La leggenda narra che molti secoli fa, in un giorno che si perde nella notte dei tempi, una serva fece cadere involontariamente un po’ di birra nell’impasto del pane, scoprendo così…il lievito di birra!

I greci per primi ebbero l’idea di arricchire l’impasto del pane con vino o miele o erbe aromatiche e i romani con olive e mele.

Il pane non è soltanto un alimento “storico”, ma è altresì ubiquitario: lo ritroviamo sulla tavola dei potenti come degli oppressi, è argomento di poeti, scrittori, filosofi e pittori, è protagonista di riti pagani e religiosi.

Nella religione cattolica simboleggia il corpo di Cristo, per gli Ebrei è il nutrimento del popolo di Israele durante la traversata del deserto quando la manna cade miracolosamente dal cielo.

E proprio a causa delle sue origine antiche, col passare dei secoli, il pane si arricchisce di significati superstiziosi e diventa oggetto di simpatici riti scaramantici : bisogna che sia spezzato con le mani e non tagliato col coltello, sulla tavola deve essere posato sempre dritto e mai di rovescio se no porta sfortuna, se cade per terra va immediatamente raccolto con rispetto, spolverato e baciato!

Indipendentemente dalle leggende che ruotano intorno al pane e che in qualche modo lo impreziosiscono, rimane il fatto che è uno dei pochi alimenti gradito da quasi tutti i popoli che abitano il pianeta Terra.